Chi è l’ortottista?

 

L’ortottica è un ramo dell’oculistica che si occupa della prevenzione e della valutazione dei deficit muscolari e sensoriali che colpiscono gli occhi, e della loro riabilitazione.

La visita ortottica è fondamentale soprattutto nei bambini come indagine preventiva per identificare alterazioni motorie e sensoriali del sistema visivo. Può essere utile anche in età adulta per individuare disturbi che inducono visione doppia, alterazioni del campo visivo e anomalie posturali come conseguenza di patologie del sistema visivo o di attività lavorative/sportive particolarmente faticose per gli occhi.

L’ortottista, che lavora sempre in sinergia con il medico oculista, è in grado di:
– prevenire, valutare e riabilitare i disturbi che riducono o impediscono la visione binoculare, come l’ambliopia (occhio pigro) e lo strabismo, sia negli adulti che nei bambini;
– prevenire, valutare e riabilitare le disabilità visive gravi (ipovisione), sia negli adulti che nei bambini;
– svolgere attività di consulenza per migliorare la lettura in pazienti dislessici e con disturbi di apprendimento;
– prevenire, valutare e riabilitare la sindrome da affaticamento visivo (astenopia), che può interessare chi passa molte ore al computer o su dispositivi digitali;
– valutare e riabilitare/allenare le abilità visive di atleti e sportivi che a causa di anomalie del sistema visivo possono presentare alterazioni posturali o scarse performance;
collaborare con altre figure mediche per la definizione di percorsi riabilitativi in pazienti neurologici o traumatizzati cranici;
assistere il medico oculista nella valutazione di difetti visivi complessi e nell’esecuzione di esami strumentali per la diagnosi di patologie oculari.

Vuoi restare sempre aggiornato?